regione

Da oltre trent'anni la Cooperazione italiana sostiene gli sforzi dei paesi dell’Africa occidentale per promuovere la pace, l'eliminazione di ogni forma di povertà e l'emancipazione economica e sociale dei gruppi più vulnerabili, con particolare attenzione a donne, giovani e persone con disabilità.

La presenza della sede di Dakar dell'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS) testimonia l'importanza che l'Italia continua ad attribuire allo sviluppo del Senegal, che è al centro della stabilità democratica in Africa occidentale. Con un mandato regionale, la sede AICS di Dakar è il centro di programmazione, monitoraggio e coordinamento delle iniziative in Senegal, Capo Verde, Gambia, Guinea, Guinea Bissau, Mali, Mauritania e Sierra Leone.

Nell'attuale contesto di instabilità e crisi a livello regionale, l'impegno italiano riflette una più ampia strategia della Cooperazione italiana nella regione di sostegno al consolidamento dei processi democratici e al benessere socio-economico delle popolazioni.

Questo impegno si riflette anche nella decisione di confermare il Senegal come paese prioritario di intervento. In quest'ultimo, le iniziative relative al periodo 2017-2020, in piena coerenza tematica con quelle degli anni precedenti, confermano come priorità i tre settori di intervento seguenti: agricoltura e sviluppo rurale, settore privato e sviluppo umano, con particolare attenzione all'educazione.

Le attività e gli obiettivi dei programmi e dei progetti della Cooperazione italiana sono in linea con le strategie nazionali di sviluppo e di riduzione della povertà in un’ottica di ownership. L'assistenza e il supporto tecnico alle strutture statali della regione sono elementi fondamentali dell'azione italiana, così come la creazione di partenariati e alleanze con agenzie internazionali, organizzazioni della società civile, autorità locali e nuovi attori della cooperazione come associazioni della diaspora e settore privato.

• competenze territoriali