Al via a Dakar il PLASEPRI/PASPED, un programma per lo sviluppo del settore privato e la valorizzazione della diaspora senegalese

Si è tenuta a Dakar, il 1 ottobre 2019, la cerimonia di lancio ufficiale del programma PLASEPRI/PASPED, un’iniziativa articolata che vede l’unione di due progetti, il PLASEPRI 2, finanziato dal governo italiano (attraverso un credito concessionario pari a 13 milioni di euro) e cofinanziato dal governo senegalese attraverso il Ministero delle Finanze e del Budget (con il contributo di « revolving found » pari a 13.842.166 euro) e il PASPED, finanziato dall’Unione europea nell’ambito del Fondo Fiduciario di Emergenza (dono pari a 14.303.200 euro). Ulteriore tassello dell’intervento è dato dal contributo del governo senegalese, che contribuisce al progetto con un importo di circa 14 milioni di euro derivato da fondo rotativo della prima fase del PLASEPRI che porta quindi l’iniziativa nel suo complesso alla quota di 40 milioni di euro. Grazie a queste tre fonti di finanziamento è stato possibile dare vita ad un Programma Globale Unico.

Il PLASEPRI/PASPED è realizzato dall’AICS di Dakar, in collaborazione con la Cassa Depositi e Prestiti italiana e il Ministero della Microfinanza e dell’Economia Solidale del Senegal.

Il programma offre sostegno al settore privato e alla creazione di impiego in Senegal, attraverso la realizzazione di una piattaforma che fornisce assistenza finanziaria e tecnica per lo sviluppo di micro, piccole e medie imprese e la valorizzazione della diaspora senegalese residente in Italia che vorrebbe investire nel proprio paese.

Il programma prevede altresì il rafforzamento tecnico e finanziario di 750 imprese (MSME) per aumentare la domanda di posti di lavoro qualificati; il sostegno a 50 senegalesi residenti in Italia nei loro progetti di reinserimento economico in Senegal e l’incentivazione del lavoro giovanile attraverso l’inserimento professionale di almeno 1200 elementi attraverso il meccanismo delle borse-lavoro.

Risorse umane e finanziarie sono messe a disposizione per sensibilizzare e promuovere lo sviluppo del settore privato nelle regioni di intervento: Dakar, Diourbel, Thies, Kaolack, Louga e Saint-Louis. Attraverso quest’azione, si intende contribuire alla riduzione della migrazione irregolare. A tal fine, nelle regioni interessate verranno realizzate differenti attività come l’assistenza tecnica adattata alle PMI prima e dopo il loro finanziamento e il supporto tecnico alle istituzioni di microfinanza e alle strutture di supporto per le PMI; l’assistenza finanziaria alle PMI attraverso un mix di servizi finanziari tradizionali e innovativi offerti dalle istituzioni finanziarie senegalesi; l’integrazione professionale dei giovani; la mobilitazione della diaspora senegalese in Europa e soprattutto in Italia per investire in Senegal, attraverso il miglioramento del sistema di informazione economica e il consolidamento degli uffici di supporto per i senegalesi residenti in Italia.

Un progetto innovativo che intende contribuire ad incentivare un meccanismo autonomo di sviluppo capace di creare posti di lavoro e ricchezza.

Il PLASEPRI/PASPED aderisce inoltre alla campagna promossa dalla Delegazione europea « Tekki Fii » che in lingua wolof significa « riuscire qui ». Un messaggio capace di veicolare l’immagine di un continente, quello africano, in pieno movimento, terreno fertile per lo sviluppo imprenditoriale e umano.

L’evento di lancio è stato presieduto dall’Ambasciatrice dell’Unione europea in Senegal, Irène Mingasson, con la partecipazione del primo consigliere dell’Ambasciata d’Italia a Dakar, Anna Bertoglio, del Desk Africa dell’AICS, Mauro Pedalino, della responsabile Cooperazione della Cassa Depositi e Prestiti, Martina Colombo e dal rappresentante del Ministero della Microfinanza e dell’Economia Solidale del Senegal, Amadou Sarr.

La cerimonia è stata moderata dalla titolare della sede AICS di Dakar, Alessandra Piermattei.

A cura di: Marina Palombaro
Coordinatrice PASPED

Posted in Uncategorized.